COSTRUZIONE DI UNO SCARICATORE PER LINEA TELEFONICA E MODEM

COSTRUZIONE DI UNO SCARICATORE PER LINEA TELEFONICA E MODEM

Oggi la nostra stazione radio, ha minimo un computer collegato alla rete Internet attraverso il modem e con la seriale (o porta USB) collegata al CAT del nostro ricetrasmettitore, quindi le eventuali sovratensioni che possono arrivare dalle linee telefoniche esterne fino al nostro modem, possono entrare anche nei nostri apparati radio e accessori. La protezione che possiamo attivare è uno scaricatore di sovratensioni applicato alla linea telefonica.

Forse non tutti sanno, che sulla linea telefonica, se hai una linea ADSL in casa per la navigazione su  Internet, hai anche uno Spinterometro sulla linea Telecom, oggi si fa chiamare TIM, nel filtro ADSL, a monte del modem, che dalla linea telefonica entrante, collegata con il doppino telefonico alla cassetta di distribuzione esterna, arriva fino dentro casa. Questa che segue, è la foto dell’interno del filtro ADSL aperto, dove chiaramente è visibile, in parallelo alla linea telefonica entrante, uno spinterometro a gas.

Filtro ADSL Telecom

Questa semplice ed economica soluzione per le sovratensioni della linea telefonica è INSUFFICIENTE E CARENTE DELLA MESSA A TERRA. Quindi ho deciso di realizzare io un progetto sperimentale, molto efficace e con un livello di protezione superiore rispetto al filtro proposto da Telecom che spesso viene sostituito da filtri ADSL equivalenti che non hanno NULLA neanche lo scaricatore a gas.

Il progetto sperimentale che mi accingo a realizzare fa parte del progetto iniziale di qualche mese fa che comprendeva altre costruzioni sperimentali, già realizzate, questo l’elenco:

In questo articolo parlermo della progettazione di uno scaricatore di sovratensioni adatto alle linee telefoniche (RJ11) a bassa tensione, realizzando una protezione di TIPO 1+ TIPO 2, basato sulle caratteristiche specifiche di uno spinterometro a gas e di un varistore. Ecco di seguito il progetto sperimentale che andrò a realizzare.

Schema Progetto

Lo schema di progetto si sviluppa con l’uso di uno doppio spinterometro, collegato ai capi della della linea telefonica e con il centrale dello spinterometro collegato alla messa a terra, due resistenze da 10 ohm 3W di potenza a filo e successivamente il varistore in parallelo alla linea telefonica e ai capi delle due resistenze da 10 ohm, in uscita verso il modem.


CARATTERISTICHE DELLA LINEA TELEFONICA ITALIANA


Le caratteristiche riguardano la nostra rete telefonica italiana, perchè in altri paesi del mondo le caratteristiche possono essere diverse. Quando la linea è a “riposo”, ovvero quando non è in corso una comunicazione, la tensione presente in una linea telefonica analogica risulta essere compresa fra i 30 e i 48 volt in Italia, e può aumentare fino a raggiungere il livello di 70 volt in altri Paesi esteri.

Questa bassa tensione elettrica ci chiarisce il perché non la percepiamo quando tocchiamo i fili. Quando invece il telefono squilla, la tensione aumenta fino a raggiungere il valore di 150 volt nella maggioranza dei Paesi ed addirittura raggiunge i 200 volt negli Stati Uniti d’America. Dai 150 volt in su, ci troviamo di fronte ad un livello di tensione sufficiente per percepire una scossa quando tocchiamo i fili del doppino telefonico, ma assolutamente non pericolosa, per nostra fortuna, grazie al suo amperaggio molto basso.

In ultimo dobbiamo ricordare che durante il corso di una conversazione telefonica, la tensione arriva a scendere fino ai 2 o 3 volt, un valore praticamente impossibile da percepire senza appositi strumenti. Tutti questi riferimenti, però, sono da attribuire solo alle linee analogiche che ormai pian piano vengono sostituite da quelle digitali, come l’ADSL, che addirittura raggiungono un voltaggio pari a zero durante le telefonate. Quindi, ricordiamoci che possiamo toccare i fili della nostra linea telefonica per effettuare qualche piccola riparazione ma dobbiamo stare attenti che durante il nostro intervento non arrivi inaspettatamente una chiamata, altrimenti ahimè una piccola scossa ci colpirà.


ELENCO DEI COMPONENTI NECESSARI PER REALIZZARE IL PROGETTO


 Seguono i componenti e le loro specifiche nel dettaglio:

  • Doppio scaricatore a gas con tensione d’innesco dell’arco a 350 V, specifiche complete in PDF  t23_a350x_x7200-525953 . Forma d’onda 8/20 μs 20 kA, Forma d’onda 10/350 μs 5 kA, costo 1,81 Euro
  • Un varistore 300 Vac Imax (8/20 μs) A 8.000 A (modello SIOV_Leaded_StandarD), costo 0,71 Euro.
  • N.2 resistenze a filo da 10 ohm 3 W di potenza 0,30 Euro.
  • N.2 prese RJ11 da stampato, a saldare 2,00 Euro.
  • N.1 scatola metallica, con perno esterno per collegare la messa a terra 10,30 Euro.
  • N.1 perno zincato 40X5 mm con vite a farfalla, da collegare alla scatola metallica per la messa a terra 0,30 Euro.

Come e dove collegare lo scaricatore:

  1. Se vi è solo la linea telefonica, senza modem, lo scaricatore, va collegato a monte di tutte le prese telefoniche, la linea esterna entra in casa e va collegata all’ingresso linea telefonica dello scaricatore, l’uscita dello scaricatore (indicata nello schema come Uscita verso il Modem) va a collegarsi a tutte le prese telefoniche, in parallelo.
  2. Se invece si ha la linea telefonica con il modem ADSL lo scaricatore va collegato prima del filtro ADSL (Linea TelefonicaIngresso scaricatoreUscita scaricatore collegata al Filtro ADSL) .
  3. Collegare la messa a terra dal morsetto equipotenziale alla scatola metallica, che a sua volta è collegata al piedino centrale del doppio scaricatore a gas. MOLTO IMPORTANTE !!!

Saluti da Antonio IU8CRI a tutti i centinaia di lettori quotidiani.

Articoli correlati:

COSTRUIRE UNO SCARICATORE DI TIPO 1 CON SPINTEROMETRO PER STAZIONE RADIO – Aggiornato

COSTRUZIONE SCARICATORE SOVRATENSIONI TIPO 2 PER STAZIONE RADIO

COSTRUZIONE DI UNA SEMPLICE PROTEZIONE SOVRATENSIONE DI TIPO 3 in una spina

 

SCARICATORE COASSIALE LINEA DI ANTENNA CON SCARICA A TERRA SOVRATENSIONI – FASE 2

 

COMMUTATORE D’ANTENNA CON SCARICATORE A GAS – FASE 1

FULMINAZIONE DIRETTA E INDIRETTA – STUDIO DELLE SOVRATENSIONI

Messa a Terra Stazione Radio e Mappa caduta Fulmini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente LA IONOSFERA E LA PROPAGAZIONE Successivo COSTRUZIONE DI UNO SCARICATORE PER LINEA TV e SATELLITE - PASSANTE