Indicatore della Propagazione WSPR 2 .0

Parliamo spesso di digitale, D-Star, DMR, Fusion, ma non ci dimentichiamo, delle affascinanti e intriganti HF dove si cerca di capire quando, dove e come vi è propagazione, in quale zona e su quali frequenza.

wspr_0-6Ci può essere d’aiuto il programma gratuito e con manuale in italiano tradotto dal collega IK1UWL, parlo del programma WSPR 2.0, che è l’acronimo tradotto in italiano di “sussurro”, “Indicatore della Propagazione con Segnali Deboli”. Di seguito, un estratto dal manuale in italiano delle caratteristiche del software che è disponibile per le piattaforme, Windows, Linux e Mac: http://www.physics.princeton.edu/pulsar/K1JT/wspr.html

wspr_map1MANUALE UTENTE WSPR 2.0 : http://www.physics.princeton.edu/pulsar/K1JT/WSPR_2.0_User_Italian.pdf

Joe Taylor, K1JT

Traduzione di IK1UWL

Premessa

WSPR (pronuncia “whisper”, cioè “sussurro”) significa “Indicatore della Propagazione

con Segnali Deboli” (Weak Signal Propagation Reporter). Il software è progettato per

testare possibili piste di propagazione radio usando trasmissioni a bassa potenza

come “beacon”. Un segnale WSPR trasmette un nominativo, un locatore, e la

potenza, usando un formato compresso dei dati ed un potente codice di correzione

errore, trasmessi mediante modulazione a banda stretta 4-FSK (4 toni).

Il protocollo è efficiente fino a rapporti Segnale/Rumore di -28 dB in 2500 Hz.

Le stazioni riceventi, se collegate ad Internet, possono inviare automaticamente i

rapporti di ricezione ad una base dati centralizzata. Il sito web WSPRnet fornisce

una semplice interfaccia utente per interrogare la base dati, consultare mappe, ed

altre funzioni.

Requisiti del sistema

  • Ricevitore SSB, o ricetrasmettitore, ed antenna
  • Computer con sistema operativo Windows, Linux, FreeBSD, od OS X
  • CPU da 1.5 GHz o più, ed almeno 100 MB di RAM disponibili
  • Monitor con risoluzione di almeno 800 x 600
  • Scheda audio compatibile col sistema operativo, con frequenza di campionamento di 48 kHz
  • Se volete trasmettere oltre che ricevere, un’interfaccia con uscita seriale per comandare il vostro PTT, od un cavo seriale con uscita CAT.

Le versioni

Linux e FreeBSD possono usare per il PTT anche l’uscita parallela.

In alternativa potete usare il VOX

  • Collegamento/i audio tra ricevitore/ricetrasm. E scheda audio
  • Qualche sistema per sincronizzare l’orologio del computer all’ora UTC
Precedente Usiamo il Raspberry (e non solo) con la TV - KODI Successivo BlueDV versione Linux su Raspberry PI3