Come Ottenere un Riferimento di Tensione con il TL431A come l’uso della frequenza campione

GENERARE UN RIFERIMENTO DI TENSIONE (VOLTAGE REFERENCES)

Come abbiamo bisogno di una frequenza campione, per verificare se il nostro apparato riceve e trasmette, esattamente sulla frequenza indicata e verificare quale spostamento ha, cosi possiamo avere bisogno di una tensione campione per verificare i nostri strumenti di misura che precisione hanno.

Semplicissimo e preciso circuito con riferimento di tensione di 2,5 Volt (± lo 0,2%)  realizzato con un TL431A (costo 10 centesimi di euro), un piccolo integrato con tre piedini di facile realizzazione, basta una resistenza da 330 Ohm e una alimentazione di 12V non stabilizzata.Teoricamente un riferimento di tensione, è un circuito elettronico che genera una tensione costante, indipendentemente dal carico, dalla tensione di alimentazione, dalla temperatura e indipendentemente dal tempo. Questi sono i requisiti necessari per avere una tensione di riferimento.

I riferimenti di tensione, o in anglosassone Voltage References, sono usati per ottenere tensioni di riferimento negli alimentatori, nei convertitori ADC (un convertitore analogico-digitale in inglese Analog to Digital Converter) e DAC (Un convertitore digitale-analogico, abbreviato in DAC, dall’inglese Digital (to) Analog Converter ) e ovviamente negli strumenti di misura.

Più è preciso e costante il riferimento di tensione maggiore è la sua complessità circuitale. La precisione dei voltage reference è espressa in parti per millione (ppm) e indica quanto muta il riferimento al cambiare di parametri come temperatura, l’alimentazione o altri parametri. Ad esempio se ho 1ppm di variazione per ogni °C sopra i 25°C, e ho 30°C con un riferimento a 25°C di 1V, con un aumento di 5°C avrò una tensione di 1V+5*1µV=1,000005V.

Ecco il mio Multimetro Digitale Tascabile della Pantec PAN 35, perfetto, ha ancora la pellicola trasparente antigraffio, produzione del 1986 ( di 34 anni fa). Verifico la precisione di questo piccolo Multimetro della PANTEC e misura perfettamente i 2,50 Volt di riferimento. Non ricordo bene quanto l’ho pagato, ma non meno di 50.000/70.000 Lire dell’epoca, ma certamente non i 7-8 euro quanto ho pagato quello cinese.Altra verifica della precisione di misura, con il  Multimetro Digitale Cinese  DT9205A di Euro 7,50 che invece misura 2,53 Volt, sbagliando la misura di 0,3 Volt .

Infine il data sheet del TL431A e lo schema usato da me nella realizzazione sopra rappresentata.

Schema elettrico.

 

73 da Antonio IU8CRI.

 


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function get_option() in /membri/.dummy/apps/wordpress/wp-content/plugins/altervista/main.php:37 Stack trace: #0 /membri/.dummy/apps/wordpress/wp-content/plugins/altervista/early.php(104): include_once() #1 [internal function]: {closure}() #2 {main} thrown in /membri/.dummy/apps/wordpress/wp-content/plugins/altervista/main.php on line 37