WINDOWS – Ventola al massimo Notebook

Molti utenti di Windows riferiscono, che il loro Notebook, ha la ventola, che fischia,  perché gira a tutta velocità ed è lentissimo nell’aprire i programmi oppure a caricare Windows all’avvio. Un difetto comune a tutti i Notebook che usano Windows è la ventola che gira al massimo (a palla!). Ma perchè succede questo? I motivi possono essere solo TRE e li elencherò dettagliando i problemi di ciascun caso.

  1. VENTOLA DI RAFFREDAMENTO DEL NOTEBOOK INTASATA DI POLVERE
  2. VIRUS, SPAYWARE, ROOTKIT E ALTRE INFEZIONI CARICATE IN MEMORIA
  3. TROPPI PROGRAMMI CARICATI ALL’AVVIO DI WINDOWS (TROPPI PROCESSI)

ANALISI DEI PROBLEMI

VENTOLA DI RAFFREDAMENTO DEL NOTEBOOK VISIBILMENTE INTASATA DI POLVERE

PRIMO MOTIVO 1/3

La prima operazione da fare, in assoluto è verificare se la ventola di raffredamento del Notebook è intasata di polvere. Nel caso che sospettate che sia intasata, bisogna aprire il Notebook e con un pennello, delicatamente, pulite e aspirate la polvere che si è accumulata. Potreste fare una prova senza aprire il Notebook, utilizzando un aspirapolvere con l’accessorio con il becco stretto, lo avviciniamo alle fessure di raffredamento del Notebook, da dove esce l’aria calda che dovrebbe raffreddare il portatile, le fessure di solito sono presenti sul lato o dietro al portatile. A Notebook spento avvicinare l’aspirapolvere, con questo accessorio stretto e cercate di fargli aspirare l’aria solo dalle fessure del portatile, lasciatelo aspirare per 2-3 minuti. Se il problema era la ventola intasata, il Notebook a questo punto dovrebbe funzionare correttamente, senza che la ventola fischi o giri velocemente. Se nonostante vi siete acertati che la ventola è pulita e che non ci sono impedimenti al corretto raffreddamento, del processore, i motivi sono altri, seguite i prossimi passaggi.

VIRUS, SPAYWARE, ROOTKIT E ALTRE INFEZIONI CARICATE IN MEMORIA

SECONDO MOTIVO 2/3

Non vi è modo di capire, così a naso, se vi sono sul nostro PC, infezioni oppure no, per cui bisogna utilizzare un software adatto, che spazzi via tutte le infezioni che possono essere presenti sul nostro Windows ed eliminarle tutte. Per eseguire tale operazione, allo scopo di eliminare i Virus in memoria, Spayware o altre infezioni, che eventualmente, si caricano all’avvio di Windows, è possibile usare il seguente programma gratuito e MOLTO efficace http://www.emsisoft.it/it/software/eek della Emsisoft. Per l’installazione puoi leggere l’articolo LINK  su questo Blog.VERIFICA PERCENTUALE DI CARICO DEL PROCESSORE E MEMORIA RAM LIBERA

TERZO MOTIVO 3/3

Una verifica importante, per capire come sta funzionando Windows, è di monitorare le attività di Windows, con “Gestione Attività” per diagnosticare i problemi che ha. I parametri da controllare con il monitor “Gestione Attività” di Windows sono:

  1. la percentuale di  utilizzo del processore
  2. qual’è la quantita di memoria RAM Installata e quanta di questa è libera?
  3. quanti processi attivi vi sono in esecuzione

L’immagine della Gestione Attività, sopra in figura, evidenzia che il processore è utilizzato al 100% e che la memoria Fisica (la RAM) è occupata al 70%, con 72 Processi, attivi . Questa è una condizione critica di lavoro di Windows, che sicuramente porta ad un surriscaldamento del Processore, perchè utilizzato al massimo (100%), con la ventola che gira al massimo e fischia. Vediamo i motivi che generano il problema.

L’esecuzione contemporanea di più programmi su Windows, possono ridurre la memoria fisica disponibile e sovraccaricare il Processore Intel, questo accade anche se nessun programma è stato ancora avviato su Windows, dopo il primo avvio. Molti programmi di Windows, eseguono, una pre-installazione nella memoria RAM di Windows, per essere eseguiti più rapidamente.

Un esempio classico è il programma che legge i files PDF, Acrobat Reader, che durante l’installazione esegue una pre-installazione in memoria RAM principale (dove viene caricato sia Windows che i programmi in esecuzione) e ogni volta che Windows si avvia, viene precaricato, parte di Adobe Reader in memoria.  Soluzione al problema.

SOLUZIONE DEL PROBLEMA

  1. Eseguire il programma msconfig ed eliminare i programmi in esecuzione automatica all’avvio di Windows che non sono necessari. Riavviare Windows.
  2. A seguito delle operazione eseguite precedentemente (1)  accedere a “Gestione Attività” e verificare la CPU se lavora ancora al 100%.
  3. Nel caso che la CPU lavora ancora al 100% o a valori vicini e la ventola fischia ancora, avviare msconfig per verificare quali Servizi possono essere spenti perchè non ci servono e sono eseguiti all’avvio di Windows.

Come Avviare Msconfig In Windows XP, Windows 7

  • clicca sul pulsante Start
  • seleziona Run (Esegui)
  • scrivi msconfig
  • premi OK

Cosa possiamo fare con msconfig? Decidere cosa si deve avviare quando parte Windows, prima figura che segue e nella seconda figura che segue, quali servizi avviare e quindi risparmiare memoria e carico al processore.

PROGRAMMI CHE SI CARICANO ALL’AVVIO DI WINDOWS

Nella figura di sopra si vede che l’elemento di avvio TrueImageMonitor.exe, è attivo e si carica in memoria con l’avvio di Windows, disattivarlo togliendo il segno di spunta.

SERVIZI CHE SONO ATTIVI (PROCESSI) SU WINDOWS

Nella figura di sopra si vede chiaramente che i servizi relativi all’aggiornamento di Adobe Acrobat Update Service e Adobe Flash Player Update Service, sono attivi e possono essere tranquillamente disattivati togliendo il segno di spunta.

Da esperienza personale, per avere Windows che non ha problemi di sovraccarico del processore bisogna avere massimo 50-60 processi attivi o meno con oltre il 50% di memoria libera.

Nota dell’autore: mi è capitato un Notebook che faceva i segnali di fumo, addirittura si spegneva perché il processore raggiungeva e superava la temperatura massima di funzionamento 80/90 °C, ho eseguite tutte le operazione sopra descrite, ma il problema persisteva. Approfondendo la problematica, ho scoperto che si era staccata l’aletta di raffreddamento dal processore. Ho ripristinato con aggiunta di grasso di silicone per migliorare il contatto tra processore ed aletta di raffreddamento e il problema si è risolto.

Buon lavoro

Antonio FLAMMIA, Perito Informatico, Perito in Elettronica e Radioamatore IU8CRI.

Precedente LINUX - Installare da Chiavetta USB Successivo Translate - Lingue del Blog