VOACAP – DXer VERIFICA PROPAGAZIONE TRATTA PUNTO-PUNTO

KiwiSDR: Receiving Station in ITALY of Antonio IU8CRI

VOACAP – DXer VERIFICA PROPAGAZIONE TRATTA PUNTO-PUNTO

(Traduzione e commenti tecnici a cura di IU8CRI)

http://www.voacap.com/p2p/index.html

ULTIMA VERSIONE

http://www.voacap.com/p2p/index2.html (versione precedente)

VERSIONE PRECEDENTE

Bisogna investire nello studio di nuovi argomenti per arricchiere le nostre conoscenze. Ci vuole impegno e pazienza, specialmente per studiare argomenti nuovi, di cui si conosce poco o niente.

Manuale dell’utente Point-to-Point (P2P) online VOACAP (1 ° agosto 2017)

URL : http://www.voacap.com/p2p/index.html 
AGGIORNAMENTO 4 febbraio 2018: funzionalità della finestra QSO aggiunta 
AGGIORNAMENTO 6 gennaio, 2018: Trova la migliore frequenza operativa aggiunta
AGGIORNAMENTO 1 agosto 2017: l’interfaccia utente di questo servizio è stata notevolmente migliorata. Il servizio di previsione della propagazione HF Point-to-Point (o P2P in breve) VOACAP online

Utilizza VOACAP (Voice of America Coverage Analysis Program) come motore di calcolo, richiedendo che SVG (Scalable Vector Graphics) sia supportato nel browser Web (per la ruota di predizione). Ad esempio, le ultime versioni di Microsoft Internet Explorer, Mozilla Firefox e Google Chrome sono note per funzionare. Le versioni precedenti potrebbero non essere supportate. Se incontri problemi con la pagina, prova prima ad aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

CLICCA L’IMMAGINE PER INGRANDIRE

L’interfaccia web VOACAP P2P è divisa in tre sezioni e le relative sottosezioni come segue:

  1. Una mappa di Google per l’impostazione delle coordinate del sito del trasmettitore (TX) e del ricevitore (RX) . Il modo più semplice per impostare le coordinate è trascinare i marcatori rosso (TX) e blu (RX) in posizioni appropriate sulla mappa. Sotto la mappa, la distanza da TX a RX è indicata in chilometri e miglia e il rilevamento in gradi da Nord vero. Se è necessario ingrandire o ridurre la mappa per ottenere dettagli migliori, è sufficiente scorrere la rotellina del mouse su e giù sulla mappa. Per scambiare rapidamente i punti TX e RX, basta fare doppio clic su uno dei marker.
  2. Una sezione Grafici di previsione che offre 15 diversi grafici, tra cui, tra gli altri, grafici di previsione individuale per tutte le bande radioamatoriali da 10 metri (28 MHz) a 80 metri (3,5 MHz). I grafici mostrano ad esempio la probabilità (o il parametro REL nel linguaggio VOACAP) per un contatto di comunicazione (cioè un QSO) tra i siti TX e RX. Il grafico “REL Short-Path” è il valore predefinito. Altri grafici di previsione chiave includono SDBW (Signal Power) e MUFday. I calcoli sono disponibili per il percorso sia tramite Short-Path che Long-Path. La ruota di previsione di 24 ore – che visualizza esattamente gli stessi dati di previsione del nuovo grafico “REL Short-Path” – è ora disponibile tramite un link nella sezione “Sito del ricevente”. Vedi l’immagine sopra.
  3. I valori di input per la previsione possono essere impostati nell’area sotto la mappa di Google e la ruota di predizione. Ci sono cinque sezioni qui:
  1. Google Map
  2. Data
  3. Parametri di propagazione
  4. Oggi Sunrise / Sunset Times
  5. Sito trasmettitore (TX), e
  6. Sito ricevente (RX).
Le sezioni dei parametri di input sotto la mappa di Google e la sezione del grafico delle previsioni.

1. Google Map – per l’inserimento regolare delle coordinate

Originariamente, una voce coordinata agevole e semplice per i siti Transmitter (TX) e Receiver (RX) era una delle caratteristiche di progettazione più importanti di VOACAP Online. La versione PC standalone di VOACAP non offre questo, e, in effetti, nemmeno molti altri lo fanno. La scelta di Google Maps per questo scopo ha ridotto notevolmente la soglia di utilizzo di VOACAP.

Sulla mappa di Google iniziale, ci sono due indicatori – rosso e blu – posizionati sulla linea dell’equatore in Africa. Il marker rosso indica la posizione del trasmettitore (TX) e il marker blu è la posizione del ricevitore (RX). Tipicamente, il trasmettitore è il tuo QTH e quello blu è la stazione DX, o in qualsiasi modo tu voglia.

a) Due percorsi a grande cerchio: percorso breve e percorso lungo

C’è sempre una linea rossa che collega i marcatori rosso e blu , mostrando, di default, il percorso del cerchio grande (percorso breve) tra le due posizioni. Una linea a grande cerchio con percorso lungo può essere mostrata quando si seleziona “Percorso lungo” dal menu a comparsa con l’etichetta “Speciali” nella sezione Sito trasmettitore. Il piccolo cerchio rosso lungo la linea del cerchio grande rosso indica il punto medio geografico tra il trasmettitore e il ricevitore.

b) Distanza e rilevamento

Una delle funzioni di Google Map è il calcolo al volo della distanza tra TX e RX e il rilevamento da TX a RX in gradi, calcolato da True North. I dettagli possono essere trovati sotto la mappa (vedi immagine sotto).

Distanza (in chilometri e miglia) e rilevamento
(in gradi dal Nord reale, non dalla bussola nord).

E se desideri scambiare le posizioni TX e RX, ci sono due modi per farlo. Il modo più semplice è fare doppio clic su uno dei marker. Il valore del cuscinetto sarà ricalcolato in una sola volta. Puoi anche fare clic sul pulsante “Scambia TX-RX” con l’etichetta “Speciali”. Ogni volta che le posizioni sono state scambiate (o spostate), la previsione di propagazione viene ricalcolata e visualizzata immediatamente sulla ruota di predizione.

2. La data

L’intero concetto di impostare la data in VOACAP Online è stato modificato rispetto alla configurazione originale dopo che ho implementato la funzionalità di terminazione in grigio su Google Map, e questo è stato un po ‘di tempo fa. In precedenza, stavo mostrando il terminatore della linea grigia, ma era sempre stato impostato sull’ora e il giorno correnti: l’utente non era in grado di impostarlo su una specifica ora e giorno per vedere come appariva il terminatore in grigio in un punto particolare di tempo. Sentivo che una mappa delle zone in grigio più flessibile poteva essere usata come un modo per cercare di determinare i miglioramenti del segnale sulle bande basse, e quindi era necessario un nuovo modo di impostare l’ora e il giorno.

Questo è stato il motivo per cui ho scelto di utilizzare un calendario pop-up per questo scopo. Inoltre, ogni mese che l’utente selezionerebbe dal calendario per la zona grigia sarebbe utilizzato anche come input per tutte le previsioni di propagazione. Il calendario pop-up si trova appena sotto la mappa di Google, e assomiglia a questo:

Seleziona sempre un numero del giorno nel calendario a comparsa e premi il pulsante Imposta .
Premere il pulsante Ripristina per tornare all’ora e alla data correnti.

Per impostare una data, fare clic sull’icona del calendario a destra del campo della data. Sarà richiesto un calendario in cui l’utente può navigare i mesi (e anni) avanti e indietro, premendo le icone delle frecce. Si seleziona un mese selezionando qualsiasi numero del giorno in quel particolare mese. Si prega di notare che è necessario selezionare un giorno (anche se il giorno selezionato non viene utilizzato per i calcoli di propagazione)!

Il mese selezionato verrà utilizzato per i calcoli di previsione di propagazione e il giorno selezionato (e il tempo impostato dall’utente) verrà utilizzato per disegnare il terminatore della zona grigia sulla mappa di Google. Si noti che il giorno selezionato non verrà utilizzato per i calcoli di previsione di propagazione poiché VOACAP non calcolerà previsioni giornaliere.

Quando hai selezionato un mese e un giorno e hai impostato correttamente l’ora per i tuoi scopi, premi il pulsante Imposta. Questo finalmente utilizzerà tutti i parametri impostati. Per tornare al mese, al giorno e all’ora corrente, premere il pulsante Ripristina.

3. I parametri di propagazione

La sezione “Propagation Params” include un numero di parametri regolabili dall’utente che influenzeranno le previsioni di propagazione.

a) Es, o impostazione dello strato E sporadico ionico (Es) on e off. Questo può (o non può) rivelarsi utile durante i mesi estivi in ​​cui le condizioni di propagazione dell’Es sono piuttosto comuni. L’impostazione predefinita è OFF (No). Si noti che l’uso dello strato Es è altrimenti scoraggiato poiché il modello sporadico E non è stato completamente testato durante lo sviluppo di VOACAP. Tuttavia, gli effetti dello strato E sporadico non sono totalmente esclusi nei calcoli VOACAP, sebbene il livello non venga impostato. b) Modello o selezione del modello di propagazione. Sono disponibili tre opzioni: Auto, Duct e Ray-hop.

  • Il modello predefinito “Auto” o automatico si riferisce al metodo 30 in VOACAP speak. È un modello di propagazione che sceglie automaticamente il modello di ray-hop o il modello canalizzato (forward-scatter) per prevedere la potenza del segnale. Esiste anche una funzione di livellamento per intervalli di 7.000 km o superiore.
  • Il modello “forzato” “canalizzato” fa riferimento al metodo 21 nel linguaggio VOACAP. In genere, questo modello viene utilizzato per percorsi di 10.000 km o più. Il modello Ducted forza VOACAP a simulare i meccanismi canalizzati o forward-scatter che possono prevalere di solito a distanze con tre o più luppoli. Questo modello può produrre risultati non realistici a distanze più brevi dove dovrebbe avvenire il raggio di luppolo.
  • Il modello (forzato) “Ray-hop” fa riferimento al Metodo 22 nel linguaggio VOACAP, tipicamente utilizzato per tutti i circuiti a meno di 10.000 km. È un modello che contiene più riflessioni ionosferiche e include tutte le perdite ionosferiche e di rimbalzo della terra. Questo modello può produrre previsioni estremamente pessimistiche alle distanze oltre il terzo luppolo ionosferico in cui possono verificarsi meccanismi di dispersione canalizzata / diretta.

c) SSN, o numero di macchie solari livellate dall’utente. Qui è possibile impostare un SSN specifico (ovvero il numero di macchie solari) da utilizzare per i calcoli. Si noti che VOACAP Online conosce gli attuali numeri di macchie solari levigate previste, pertanto potrebbe essere consigliabile non impostare alcun valore nel campo SSN a meno che non si desideri condurre i propri esperimenti di propagazione. Dopo aver inserito un valore nel campo SSN, premere il tasto TAB (anziché il tasto INVIO) per convalidare il numero inserito ed eseguire la nuova previsione per la ruota di predizione.

A questo punto, vorrei dedicare alcuni momenti a discutere i pro e i contro di questa funzionalità. Per impostazione predefinita, VOACAP Online conosce internamente l’SSN corrente da utilizzare per tutti i mesi degli anni disponibili. Puoi chiedere come può essere il numero di macchie solari varia di giorno in giorno? La semplice risposta è che VOACAP non opera su cifre SSN giornaliere ma cifre mensili SSN levigate, che sono previste per molti anni e che vengono regolate a intervalli regolari.

I dati SSN previsti si basano sulla funzione di levigatura Lincoln-McNish e sono stati mantenuti dal National Geophysical Data Center (NGDC) / National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). Questi sono i numeri delle macchie solari usati nella riduzione del database per le mappe ionosferiche in tutto il mondo utilizzate in IONCAP e ora VOACAP. Questo è il motivo per cui solo queste cifre dovrebbero essere utilizzate con VOACAP. Leggi la discussione di George Lane sui numeri delle macchie solari per l’uso di VOACAP. 

Tuttavia, si ricorda che, alla fine del 2016, NGDC / NOAA ha interrotto la fornitura di questi dati previsionali inestimabili, indirizzando invece gli utenti al sito Web di SIDC.

Jim Watson , una delle figure chiave dietro VOACAP Online e un manutentore del suo sito web Proppy, ha condotto un sondaggio, confrontando gli effetti di tre set di dati SSN: valori NOAA originali, valori SIDC e valori SIDC regolati. I risultati indicano che VOACAP si comporta meglio con i valori SSA NOAA originali. Ora, andando avanti, avremo bisogno di utilizzare i valori SIDC SSN “corretti” come sostituto. Leggi il post del blog di Jim o la versione completa (come PDF).

Inoltre, in passato ci sono stati mesi in cui le condizioni erano ben al di sopra della media per un paio di mesi e sarebbe stato opportuno adeguare nuovamente gli SSN. Ora questo potere è stato dato all’utente. Ricorda solo che, in senso strettamente teorico, l’inserimento di un valore SSN giornaliero nel campo SSN generalmente non ti fornisce previsioni migliori (o più precise) poiché VOACAP non è adatto alle previsioni in tempo reale. Maggiori informazioni sullo sfondo teorico di VOACAP nella mia Guida rapida. 

d) Min. TOA o impostazione dell’angolo minimo di decollo o arrivo per le antennealle fasi di 1 grado, a partire da 0,1 gradi (impostazione predefinita), fino a 5 gradi. Il mio valore predefinito è sempre stato di 0,1 gradi, a causa di alcuni motivi pratici. Tuttavia, nella letteratura VOACAP, è comunemente raccomandato un valore di 3 gradi, in quanto può essere un angolo più basso comune per i segnali in arrivo di skywave a causa della rugosità del terreno. Inoltre, 3 gradi possono essere una buona scelta se le antenne non si trovano in un’area piatta e non ostruita. E se stai usando antenne isotropiche, dovresti evitare enormi quantità di guadagno dell’antenna ad angoli inferiori a 3 gradi. Sei incoraggiato a sperimentare tra 0,1 e 3 gradi per vedere le differenze nelle previsioni, usando antenne diverse.

4. Orari di alba e tramonto

La sezione sotto Parametri di propagazione etichettati come “I tempi di alba / tramonto di oggi (UTC) ” offre il sorgere del Sole e i tempi impostati in varie regioni della ionosfera , calcolate sia sul trasmettitore che sul ricevitore. Tutti gli orari sono UTC.

Questi calcoli sono stati originariamente ispirati all’articolo di Steve (G0KYA) più di 15 anni sulla propagazione della grigie . In breve, le migliori previsioni per la propagazione della linea grigia o il miglioramento del trans-terminatore su bande basse possono probabilmente essere ottenute da un attento esame delle mappe in grigio. Alcuni giurano anche su W6ELProp . Per rendere questa sezione ancora più informativa, una nuova opzione di previsione Point-to-Point – Linea grigia tutto l’anno– è stato sviluppato. Vedi sotto per maggiori informazioni. Inoltre, potresti essere interessato a VOACAP Greyline .

L’abbreviazione GND (per terra) si riferisce all’alba e al tramonto a livello del mare. La lettera “D” si riferisce all’alba e al tramonto nella parte inferiore della regione D ionosferica . Allo stesso modo, la lettera “F” si riferisce all’alba e al tramonto nella regione F ionosferica .

In estate, se si posiziona il marcatore TX o RX vicino al Circolo polare artico, vedrai che “-: -” apparirà nei campi della regione D e F. Ciò significa semplicemente che i tempi di alba e tramonto non possono essere calcolati per quelle regioni, ad esempio perché il sole non tramonta / aumenta durante l’estate alle alte latitudini. In alternativa, in inverno,

Tieni presente che è possibile fare clic su tutti i valori calcolati (poiché si tratta di pulsanti effettivi) e le mappe di Google sopra mostreranno come verrà eseguita la linea di terminazione sulla mappa all’ora selezionata. Questo può essere molto utile per determinare i tempi migliori per i miglioramenti del segnale a banda bassa.

5. Il sito del trasmettitore

 a) Selezione di QTH

Nella sezione Trasmettitore sito (TX) è possibile, oltre a trascinare l’indicatore rosso nella posizione appropriata sulla mappa, scegliere la posizione da un elenco di paesi DXCC. Il menu a comparsa QTH presenta 483 sedi in tutto il mondo, incluse tutte le entità DXCC. Quando scegli una posizione da questo elenco, il suo nome e le coordinate (latitudine e longitudine) verranno automaticamente inseriti nei campi corrispondenti sotto. Molta cura è stata posta per trovare le coordinate esatte anche della più piccola delle isole! Se ti capita di trovare una posizione con coordinate sbagliate, scrivimi una nota!

Quando si trascinano i marker sulla mappa, si consiglia di utilizzare il campo Nome per inserire un’etichetta per il sito TX (in caso contrario verrà utilizzato il localizzatore della griglia Maidenhead). E puoi anche inserire il localizzatore della griglia Maidenhead nel campo Nome, e premere il pulsante ” Loc calc “: le coordinate corrispondenti verranno automaticamente calcolate dal localizzatore della griglia e inserite nei campi Latitudine e Longitudine. I valori di latitudine e longitudine possono anche essere inseriti manualmente. Quando lo fai, ti preghiamo di premere il tasto TAB per convalidarli ed eseguire la previsione.

b) Selezione antenna e alimentazione

Al momento, è possibile scegliere solo un’antenna per tutte le bande amatoriali. Se hai bisogno di più libertà nella scelta di antenne diverse per bande diverse, puoi provare VOACAP Propagation Planner . Nel servizio VOACAP P2P, l’antenna predefinita è un quarto di onda verticale su un terreno molto buono. Tutte le antenne TX e RX sono artificiali nel senso che sono omnidirezionali, il che consente all’utente di vedere tutte le possibili aperture in tutte le parti del mondo. In antenne dipolari, l’altezza dell’antenna è correlata all’angolo di elevazione e al numero di elementi del guadagno. Quando scegli un’antenna, dovresti pensare agli angoli di elevazione e al guadagno, piuttosto che alla struttura fisica dell’antenna.

Nella potenza TX, è possibile selezionare i poteri da 1 watt a 1500 watt ai passaggi indicati. 1500 W è l’impostazione predefinita. Si presume una perdita di linea in modo che la potenza effettiva utilizzata per il calcolo sia pari all’80% della potenza scelta. Nella modalità TX, è possibile scegliere tra CW, SSB e AM. CW è l’impostazione predefinita.

c) Percorso breve e percorso lungo e offerte speciali

Puoi decidere se vuoi che le previsioni vengano calcolate tramite Short-Path o Long-Path . Percorso breve indica la distanza più breve tra TX e RX e questo cosiddetto tracciato a cerchio grande viene visualizzato con una linea rossa sulla mappa di Google. Se lo imposti su Percorso lungo, passerai da TX a RX nella direzione opposta: il percorso di circonferenza maggiore più lungo. Sulla linea del cerchio grande rosso, il punto medio geografico del percorso è mostrato come un piccolo cerchio rosso.

Ultimo ma non meno importante, ci sono tre pulsanti:

  • Swap TX-RX,
  • Imposta casa, e
  • Disinserire la casa.


Se si fa clic sul pulsante Scambia TX-RX , le posizioni TX e RX verranno invertite: la posizione TX corrente diventa la posizione RX e la posizione RX diventa la posizione TX. È possibile ottenere lo stesso effetto facendo doppio clic sul marcatore rosso (TX) o blu (RX) sulla mappa. In questo modo, vedrai che le previsioni per i circuiti non sono sempre al 100% reciproche. Nei calcoli VOACAP, questo è principalmente dovuto al diverso livello di potenza del rumore nel sito RX.

Facendo clic sul pulsante Imposta casa , le informazioni relative a Nome TX, Latitudine e Longitudine vengono memorizzate in un cookie, così come Nome RX, Latitudine RX e Longitudine, insieme alle selezioni di antenna TX e RX. E quando premi il pulsante Unset Home, il cookie verrà distrutto. Ricordarsi di consentire al browser di impostare il cookie su questa pagina se si desidera consentire a questa funzione di funzionare.

6. Il sito del destinatario

Nella sezione Sito ricevitore (RX), le opzioni di immissione sono simili a quelle del sito trasmettitore. La posizione RX può essere selezionata dalla lista DXCC predefinita, oppure le coordinate possono essere inserite manualmente nei campi Latitudine e Longitudine. Se inserisci i valori manualmente, per favore ricorda di premere il tasto TAB.

Il campo Nome è usato per dare un’etichetta per questo sito, o in alternativa puoi inserire un localizzatore della griglia Maidenhead in questo campo e premere il pulsante “Loc calc”, ei valori di latitudine e longitudine saranno calcolati automaticamente.

Anche la selezione dell’antenna ricevente è esattamente la stessa del sito del trasmettitore. Inoltre, c’è un’opzione di scegliere il livello di rumore nel sito RX. Questo influenzerà le probabilità del QSO: quando c’è molto rumore artificiale, le probabilità sono più basse; quando il livello di rumore è minimo (ad es. “Silenzioso” (predefinito) o “Remoto”), allora le probabilità sono migliori.

Sono disponibili cinque tipi di previsioni P2P

Quindi, dopo aver impostato correttamente tutti i parametri di input, puoi sempre visualizzare i risultati immediati nella sezione dei grafici di previsione a destra della mappa di Google. Per la maggior parte degli utenti, il primo dei grafici – REL Short-Path – potrebbe essere sufficiente per una comprensione generale delle condizioni di propagazione previste.

La nuova sezione Grafici di previsione, che sostituisce la ruota di previsione circolare precedente di 24 ore, mostrata di seguito. La ruota circolare ora è su una pagina a parte.

Perché cambiare in nuovi grafici?

La ragione è semplice: i nuovi grafici contribuiscono a una migliore valutazione della propagazione degli HF. Puoi dipingere l’immagine grande con un singolo parametro di uscita VOACAP ma, per un’immagine più accurata, avrai bisogno di (almeno) tre: REL (usato dal precedente grafico circolare a 24 ore che è ancora disponibile tramite un link separato: http : //www.voacap.com/p2p/index2.html ) ma anche SDBW (potenza del segnale) e MUFday. Questi sono ora offerti alla comunità dei radioamatori, oltre alle previsioni band-by-band, che visualizzano anche la distribuzione di potenza del segnale (decile superiore, mediana e decile inferiore).

REL (usato dal precedente grafico circolare a 24 ore che è ancora disponibile tramite un link separato: http : //www.voacap.com/p2p/index2.html )

Ogni grafico offre linee multicolore per i vari parametri. E grazie al framework JavaScript (plotly.js) utilizzato per tracciare questi grafici, tutti i parametri / frequenze leggendarie visibili possono essere attivati ​​e disattivati ​​facendo clic sui valori delle legende nella parte inferiore dei grafici, aiutando l’utente a concentrarsi sui parametri rilevanti / solo frequenze. C’è anche una versatile cassetta degli attrezzi nell’angolo in alto a destra di ciascun grafico che consente all’utente di salvare il grafico come immagine PNG, ingrandire / ridurre, confrontare i dati dei risultati su tutte le frequenze al passaggio del mouse, scorrere il grafico e altro.

Ma ora facciamo un riepilogo di ciò che i tre parametri – REL, SDBW e MUFday – significano per te.

L’affidabilità REL o Circuit.

REL è correlato ai parametri di uscita di VOACAP di SNR (rapporto segnale-rumore) e REQ.SNR (rapporto segnale-rumore richiesto) ed è definito come fattore di affidabilità del circuito. Indica la percentuale di giorni nel mese in cui il valore SNR (che non è mostrato nei grafici come parametro separato) sarà uguale o superiore al REQ.SNR. Il REQ.SNR è un valore interno impostato da me, relativo alla modalità di trasmissione selezionata. Per CW, REQ.SNR è impostato su 24 (dB-Hz), e per SSB, è 38 dB-Hz.

SDBW o potenza del segnale.

L’SDBW indica il valore dBW (la forza di un segnale espresso in decibel relativo a un watt) (la linea verde nella tabella) che può essere mantenuto il 50% dei giorni (ad esempio 15 giorni) nel mese. Analogamente, l’SDBW90 indica il dBW o il valore dell’intensità del segnale che può essere mantenuto nel 90% dei giorni (ad esempio 27 giorni) nel mese. Infine, l’SDBW10 è il valore dbW che può essere mantenuto il 10% dei giorni (ad esempio 3 giorni) nel mese. Tuttavia, non ci dice quali giorni sono buoni o quali giorni sono cattivi. I valori SDBW10 e SDBW90 sono i limiti superiore e inferiore (rispettivamente) dell’area grigio chiaro che è ora sempre visibile in tutti i grafici di previsione banda per banda. La distribuzione della potenza del segnale viene calcolata solo per i circuiti Short-Path.

Il MUFday ci dirà quale percentuale dei giorni in un mese a quell’ora sarà inferiore al MUF previsto (Median Maximum Usable Frequency) per la modalità più affidabile (MRM). L’MRM è la modalità con la massima affidabilità di raggiungere il rapporto segnale-rumore richiesto o REQ.SNR (vedere sopra).

Questi tre parametri di output vengono calcolati tramite Short-Path e Long-Path.

Allo stesso tempo, ho cambiato l’impostazione predefinita per l’antenna di trasmissione e ricezione e la potenza di trasmissione. Ora l’antenna TX & RX è un’antenna verticale a quarto d’onda su una buona base e la potenza TX è impostata su 1,5 kW. Quindi, come usare i nuovi grafici? Seguo regolarmente questa sequenza:

  1. Controlla le bande dei migliori valori REL per il percorso in questione.
  2. Quindi verificare i valori SDBW per le bande migliori.
  3. Quando hai selezionato le tue bande candidate, vai alle classifiche per quelle band.
  4. Nei grafici band-by-band, prestare attenzione ai valori del MUFday e alla distribuzione del segnale (SDBW) (l’area grigio chiaro). Se la distribuzione è estremamente ampia, c’è una possibilità che VOACAP sfortunatamente non abbia una buona idea di cosa sta succedendo.
  5. Assicurati di controllare anche le previsioni del percorso lungo! Sui percorsi a lungo raggio, Long-Path può portare belle sorprese.
La ruota di previsione di 24 ore mostra l’affidabilità del circuito (o il parametro REL di VOACAP). La previsione viene sempre ricalcolata non appena cambia uno dei parametri di input. I colori indicano la probabilità di un contatto (QSO) nei giorni del mese all’ora specificata, utilizzando la modalità TX impostata.

Inoltre, sono disponibili altre tre opzioni di previsione avanzate e queste previsioni possono essere calcolate facendo clic su uno dei tre pulsanti sotto la sezione Grafici di previsione:

  1. Linea grigia tutto l’anno
  2. Predizione di tutto l’anno, e
  3. Previsione a 1 mese
  4. BxB (grafici delle previsioni band-by-band)

1. Informazioni sulla linea grigia per tutto l’anno, o informazioni solari annuali per supportare la propagazione della linea grigia

La linea grigia Tutto l’anno calcola un patrimonio di informazioni relative al solare per il trasmettitore e il ricevitore e per il punto medio geografico del circuito, che copre l’intero anno da gennaio a dicembre.

Ci sono sette tempi diversi che verranno calcolati per ciascun sito (TX o RX) : tre relativi all’alba, tre relativi al tramonto e uno relativo alla mezzanotte solare. L’ottavo parametro temporale (MIDPT MNITE) è la mezzanotte solare al punto medio geografico del circuito in questione.

Orari relativi all’alba:

  • DAWN = un punto nel tempo in cui il sole è 6 gradi sotto l’orizzonte prima dell’alba
  • RISE = il tempo di alba all’orizzonte
  • POST = un punto nel tempo in cui il sole è 3 gradi sopra l’orizzonte dopo l’alba

Tempi relativi al tramonto:

  • PRE   = un punto nel tempo in cui il sole è 3 gradi sopra l’orizzonte prima del tramonto
  • SET   = l’ora del tramonto all’orizzonte
  • DUSK = un punto nel tempo in cui il sole è 6 gradi sotto l’orizzonte dopo il tramonto

Mezzanotte solare

MNITE (e MIDPT MNITE ) = Questo è il tempo opposto al mezzogiorno solare quando il sole è più vicino al nadir (la direzione che punta direttamente sotto una particolare posizione), e la notte è equidistante dal tramonto all’alba. La mezzanotte solare raramente coincide con la mezzanotte di un orologio. La mezzanotte solare dipende dalla longitudine e dal periodo dell’anno piuttosto che da un fuso orario. [Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Midnight]

Tempi POST e PRE

I tempi POST e PRE si basano su una scelta istruita; non esiste una teoria scientifica pre-meditata dietro “i 3 gradi sopra l’orizzonte”. Sappiamo per esperienza che la propagazione della banda bassa inizia a deteriorarsi ad un certo punto dopo l’alba e che la propagazione inizia a migliorare prima del tramonto effettivo e “3 gradi” è stata la mia scelta personale per questo scopo.

Ci possono essere casi in cui non viene calcolato alcun tempo ma viene visualizzato “-: -“. Ciò significa che il sole non raggiunge la posizione di laurea impostata per il calcolo.

Previsione dei probabili miglioramenti della propagazione di grigie

Non andando a discussioni teoriche più profonde qui, ci sono fondamentalmente tre periodi di tempo in cui sono stati riportati miglioramenti di propagazione distinti su bande basse.

Questi sono i seguenti:

1. Sia il trasmettitore (TX) che il ricevitore (RX) si trovano nella zona del terminatore. Nei miei calcoli, la zona del terminatore è stata definita come la zona limitata da DAWN e POST (post-alba) al mattino e PRE (pre-tramonto) e DUSK alla sera. Se c’è una sovrapposizione tra le zone di terminazione mattutina / sera del trasmettitore e del ricevitore, i tempi saranno colorati come segue:

a) TX DAWN-POST e RX DAWN-POST zone sovrapposte:

TX DAWN-RISE-POST: rosso
RX DAWN-RISE -POST: rosso

b) TX DAWN-POST e RX PRE-DUSK zone sovrapposte:

TX DAWN-RISE-POST: rosso
RX PRE-SET-DUSK: blu

c) TX PRE-DUSK e RX DAWN-POST zone sovrapposte:

TX PRE-SET-DUSK: blu
RX DAWN-RISE-POST: rosso

d) TX PRE -DUSK e RX PRE-DUSK zone sovrapposte:

TX PRE-SET-DUSK: blu
RX PRE-SET-DUSK: blu

2. Il trasmettitore (o ricevitore) si trova nella zona di terminazione e il ricevitore (o trasmettitore) è al buio. Ogni volta che questa condizione viene soddisfatta, i tempi nelle colonne DAWN-RISE-POST e PRE-SET-DUSK saranno colorati in verde. Questo è uno dei casi più comuni per l’aumento del segnale sulle bande basse.

3. Il trasmettitore (o il ricevitore) si trova nella zona del terminatore e il ricevitore (o il trasmettitore) si trova nell’oscurità E il punto medio del percorso si trova nella mezzanotte solare.Questo è un caso speciale di Numero 2 in questa lista ma molto importante. Attualmente, il periodo di mezzanotte solare al punto medio (contrassegnato come MIDPT MNITE nelle tabelle) è definito come un periodo di tempo più meno 7 minuti dal tempo calcolato e mostrato nella tabella. Il tempo MIDN MNITE è l’esatta ora solare mezzanotte calcolata ma, nei miei calcoli, ritengo che il punto medio di mezzanotte sia più meno 15 minuti da quel momento.

Ci possono essere tre colori per il tempo: nero (predefinito), rosso e blu. Quando il colore è nero, il punto medio della mezzanotte non si sovrappone ai tempi DAWN-RISE-POST o PRE-SET-DUSK né del trasmettitore né del Reveicer.

I colori rosso e blu saranno assegnati come segue:

a) Midpoint Midnight period e TX Terminator zone (mattino o sera) sovrapposte: RED
b) Midpoint Midnight period e RX Terminator zone (mattino o sera) sovrapposizione: BLUE

Come menzione speciale, se il periodo solare di mezzanotte, un periodo di più meno 7 minuti dall’ora MNITE su TX / RX, si sovrappone al periodo Midpoint Midnight , i tempi nella colonna MNITE saranno colorati come segue:

a) Periodo di mezzanotte TX (MNITE) e periodo Midnight Midpoint sovrapposti: ROSSO
b) Periodo di mezzanotte RX (MNITE) e Midpoint Midnight periodo di sovrapposizione: BLU

Visualizzazione delle informazioni relative alla linea grigia su una mappa di Google

30 giugno 2017 ] I tempi relativi alla linea grigia possono essere esaminati su una mappa di Google facendo clic su uno qualsiasi dei giorni dell’anno.

I tempi di miglioramento del segnale sono contrassegnati da colori. Fai clic su qualsiasi data nella colonna DATE per visualizzare i tempi calcolati su una mappa di Google per una migliore intelligibilità.
Clicca sull’immagine per ingrandirla ]

Non appena si fa clic su una data nella colonna DATE, verrà visualizzata una mappa di Google con i tempi dei miglioramenti come pulsanti nella parte superiore della mappa. Fare clic su uno dei pulsanti per vedere come funziona il terminatore giorno / notte in quel dato momento in quel determinato giorno.

Le ore collocate nella parte superiore di una mappa di Google come pulsanti selezionabili. Spiegazioni dei pulsanti in rosso. Le spiegazioni sono disponibili come suggerimenti sui pulsanti sulla pagina.
Clicca sull’immagine per ingrandirla ]

2. Previsioni per tutto l’anno o previsioni point-to-point per tutti i mesi dell’anno in un’unica soluzione

La Predizione annuale consente di calcolare le previsioni point-to-point per il circuito (da TX a RX), coprendo l’intero anno da gennaio a dicembre. I colori nella tabella indicano la probabilità di stabilire un contatto tra TX e RX, utilizzando la modalità TX selezionata (CW, SSB o AM). Verranno osservati tutti i parametri di input impostabili dall’utente, ad eccezione di Sunspot Number (SSN).

Le tabelle di previsione annuale sono estremamente istruttive poiché combinano in modo semplice i dati REL (Circuit Reliability), Signal Power (S DBW) e MUFday nonché i dati solari per TX e RX in un formato compatto e interattivo.

Fai clic su questa riga per saperne di più sull’importanza del MUFday sulla frequenza di Above-the-MUFS!

Una previsione annuale per il circuito, che mostra i mesi di gennaio 2017 e febbraio 2017.

Nella tabella, gli elementi della riga superiore sono i seguenti (da sinistra):

  1. Etichetta per TX e RX,
  2. Short-path (SP) o Long-path (LP),
  3. la distanza (chilometri e miglia) del circuito,
  4. il rilevamento (in gradi da Nord vero) da TX a RX e
  5. il numero di Sunspot (SSN) utilizzato per i calcoli.

Sotto ogni tabella di previsione, i tempi di alba e tramonto per le località TX e RX sono stati calcolati e presentati visivamente nelle celle della tabella sotto la riga del tempo UTC. Il colore grigio indica il giorno notturno e il giorno bianco. I tempi esatti di alba (SR) e tramonto (SS) (in UTC) verranno visualizzati mentre si posiziona il mouse sopra i testi delle etichette TX e RX sulla colonna sinistra. Qui, in questo esempio, l’alba (SR) a TX è a 0605 UTC e il tramonto (SS) a 1813 UTC. I calcoli simili sono disponibili anche per il sito RX. Il giorno utilizzato nei calcoli è sempre il 15 ° giorno del mese specificato.

Gli orari di alba e tramonto per il sito Transmitter (TX).

Tutti i grafici sono interattivi: se passi il mouse sopra le celle della tabella, vedrai un testo pop-up, che indica la probabilità (VOACAP REL) in percentuale, e il (VOACAP’s S DBW) valori di potenza del segnale in dBW (è sempre negativo numero!). Ad esempio nell’esempio qui sotto, il valore di potenza del segnale di “-127” equivale a una potenza mediana del segnale di S5 mentre “-93” corrisponde a S9 sul misuratore S. Maggiori informazioni sulla conversione dei valori di potenza del segnale (S DBW) in valori S-meter qui: http://www.voacap.com/s-meter.html .

La finestra a comparsa sopra la cella della tabella mostra il valore di uscita REL di VOACAP in percentuale e la potenza del segnale come valore DBW (negativo) S

Tutti i colori, eccetto il grigio, indicano probabilità di fabbricazione del QSO. Nella tabella di predizione di per sé, bianco significa 0%, bluastro 10%, verdastro 30-40%, giallastro 50-60%, giallo-arancio 70-80% e arancione-rossastro 90% e rosso puro 100%. Il colore del grigio non indica alcun valore di probabilità. Invece, mostra che, sebbene VOACAP non preveda alcuna probabilità per quell’ora specifica, è stata prevista una certa potenza del segnale che potrebbe tradursi in condizioni lavorabili. Quindi, in un certo senso, il grigio indica una nota heads-up – “un’area grigia” in cui i QSO possono (o non possono) essere possibili. In genere, queste aree grigie si possono trovare principalmente nelle previsioni di banda bassa (da 40 a 80 metri).

Le previsioni di propagazione utilizzano una combinazione di colori dal bianco (il peggiore) al rosso (il migliore).

Tutti i grafici delle previsioni iniziano alle 01 ore UTC. Potresti chiedere, “Perché non iniziare alle 00 UTC?”. Bene, è una questione di gusti. Tutte le previsioni VOACAP coprono 60 minuti ma non necessariamente come pensi. Una previsione per 01 UTC non si estende dall’01: 00 alle 02:00 ma, in realtà, dalle 00:30 all’01: 30 UTC! Così, ho deciso, ispirato dai creatori originali di VOACAP, di iniziare alle 01 UTC e terminare alle 24 UTC. Seguendo la stessa logica, 24 UTC indica un intervallo di tempo compreso tra 23:30 e 00:30 UTC.

3. Previsione a 1 mese o grafici VOACAP P2P originali

Il pulsante “previsione a 1 mese” è il pulsante originale utilizzato nel sito P2P VOACAP Online, ma ora è con un nuovo nome, e premendolo calcolerà i grafici di previsione di propagazione dettagliati per l’intera gamma di frequenze da 2 MHz a 30 MHz, mostrando i grafici REL (Circuit reliability) e S DBW (Signal Power) per il circuito.

Il grafico Circuit Reliability, uno dei due grafici calcolati per la “previsione a 1 mese”.

4. BxB o tutti i nuovi Grafici di previsione visualizzati su una pagina

Se desideri vedere tutti i nuovi grafici di previsione visualizzati su una singola pagina, fai clic sul pulsante “BxB” (abbreviazione Band-by-Band).

© 2010-2018 Jari Perkiömäki (OH6BG), James Watson (HZ1JW) e Juho Juopperi (OH8GLV).

 

 

Precedente SOLO L'ANTIVIRUS NON BASTA PIÚ PER WINDOWS Successivo CONTROLLO REMOTO RASPBERRY Pi con IP FISSO DNS