DVMEGA flash del firmware con ARDUINO Uno

Antonio Barbato

Pubblicazione, grafica, impaginazione e ottimizzazione dei contenuti a cura del coautore Antonio Flammia IU8CRI.

DVMEGA flash del firmware con ARDUINO Uno. Il nostro modo di essere “smanettoni” si risveglia in occasione di nuove release di programmi o firmware e rappresentano l’esigenza di adeguare i dispositivi presenti nelle nostre stazioni radio, usati per i modi digitali D-Star, DMR e Fusion.

Tra tanti parliamo della DVMEGA, disponibile in versione singola e doppia banda, abbinabile alla Blue-Stack micro plus (bluetooth con telefonino android) o con Raspberry Pi3, per creare un comodo Hotspot per uso domestico di soli 10mW, senza dover ricorrere ai Ponti Ripetitori, gestiti in certi casi in modo a dir poco “discutibile”.

In occasione della nuova release del programma BlueDV in versione beta per Windows e Linux, con la novità di gestire su frequenza unica e contemporaneamente i tre modi digitali.

necessitava adeguare anche il firmware eliminando qualche piccolo bug riscontrato ed evidenziato nel changelog, dalla versione 3.07 alla 3.14.

L’upgrade del nuovo firmware si può ottenere con Raspberry Pi, saldando un filo per creare un ponticello sulla dvmega per ottenere il consenso al bootloader e, nel caso che tratteremo di seguito, con programmatore di Eprom Arduino Uno

Iniziamo la procedura, creando una directory dove riversare il Loader.exe necessario per l’invio del firmware, ed il file stesso del firmware : V.314_UNO.cpp.hex.

prepariamo l’ Arduino Uno con l’eprom a bordo da programmare ed inseriamo il tutto nella porta USB.

Controllando nella “Gestione dispositivi” del PC, a quale porta COM è stato assegnata alla scheda Arduino Uno, nel nostro caso la COM9.

Lanciamo il Loader.exe, e dovremmo ottenere la seguente schermata configurando con attenzione la directory dove è presente il file firmware, il device e la com precedentemente verificata assegnata

Lanciamo l’aggiornamento premento il tasto Upload e dopo pochi secondi, se tutto è andato a buon fine, avremo ottenuto l’aggiornamento del firmware:

E’ fatta, non ci resta che staccare la eprom dal programmatore Arduino Uno e inserirla, facendo attenzione a non piegare la piedinatura del circuito integrato, quando le reinseriamo sulla DVMEGA e saremo pronti per nuove esperienze e divertimento.

Antonio Barbato

Nota di IU8CRI:

Trattandosi di una procedura che richiede un minimo di esperienza nel campo elettronico, si sconsiglia a chi non ha dimestichezza in tal senso. Quindi viene declinata ogni responsabilità. Questa procedura è stata eseguita su sistema operativo Windows e con l’ausilio di un Arduino UNO originale (attenzione i drivers per Arduino CLONE sono diversi da quello originale) gli eventuali danni non saranno imputabili ne a chi ha scritto l’articolo, ne a chi lo ha pubblicato.

Precedente BlueDV versione Linux su Raspberry PI3 Successivo Creare un codeplug personalizzato per MD380 V 1.0